Seleziona un Ente:

Benvenuti nella rete civica dell'Unione di Comuni Valmarecchia

 

Al via il progetto regionale "Una rosa per Anita" versione stampabile

Sezione: Comunicati stampa -

Descrizione:

Al via il progetto regionale  "Una rosa per Anita"


Sabato 4 agosto nella ricorrenza della morte di Anita Garibaldi, alla Fattoria Guiccioli a Mandriole di Ravenna, dove l'eroina ha concluso la sua vicenda umana, ha avuto luogo il primo evento del progetto "Una rosa per Anita", che si propone di divulgare e valorizzare la figura di Aña Maria de Jesus Ribeiro (1821-1849), più nota come Anita, inseparabile compagna del Generale Giuseppe Garibaldi.

Nel parco della fattoria è stata piantumata, infatti, la prima rosa di Anita.

foto sindaci Una rosa per AnitaAll'evento erano presenti i Sindaci e le Autorità dei Comuni e degli Enti coinvolti e patrocinatori del progetto regionale.

Ideato dall’Ente Morale “Museo e Biblioteca Renzi” di S. Giovanni in Galilea (Borghi - FC), l'iniziativa “Una rosa per Anita” ha come emblema un ibrido di rosa denominato “Anita Garibaldi” donato dal celebre ibridatore Giulio Pantoli di Castiglione di Ravenna (partigiano ex-combattente) all’Istituto Tecnico “Garibaldi-Da Vinci” di Cesena che ne detiene la proprietà. La rosa è stata scelta e adottata come simbolo per diffondere e valorizzare ovunque le virtù di Anita, donna emancipata dai fervidi e inossidabili ideali, passionale e fedele, integra moralmente e dedita al dovere, dotata di grande senso della giustizia nel nome di valori veri, puri e concreti come la famiglia, i figli, l’amore per il suo uomo, nonché figura che incarna il senso del rispetto verso il prossimo e l’amore per la Patria e le istituzioni, per l’Unità e la Libertà dei Popoli, degli individui e degli oppressi.


Il progetto è promosso da undici Comuni, tra cui Poggio Torriana, insieme a Verucchio, Borghi, Sogliano al Rubicone, Cesenatico, Comacchio, Argenta, Ravenna, Castrocaro Terme e Terra del Sole, Dovadola e Modigliana e dalla Repubblica di San Marino, nei cui territori ricade la celebre “Trafila” garibaldina
ha il sostegno dell'Associazione Nazionale Veterani e Reduci Garibaldini nella persona della Presidente Annita Garibaldi Jallet, discendente diretta di Anita, e di varie istituzioni pubbliche: Ministero dei Beni Culturali, IBC, Musei del  Risorgimento di Bologna e Ravenna, Museo della Linea Christa di Sogliano, Musei di Stato di San Marino, Società Conservatrice del Capanno Garibaldi, Unione Nazionale degli Ufficiali in Congedo d'Italia, Associazione Nazionale dell'Arma di Cavalleria, Federazione delle Cooperative della Provincia di Ravenna, AUSER Emilia Romagna, Ravenna e Ferrara.

Volume Una rosa per Anita Altro punto del progetto è la presentazione del volume dal titolo "Una rosa per Anita. Il tributo della Romagna ad Anita Garibaldi", con testi di A. Garibaldi Jallet, A. Antonioli, G. Grilli, A. Ricci, G. P. Tesei e M. G. Conti,  destinato a divulgare efficacemente il significato della rosa, ma soprattutto a illustrare sotto diverse angolature la figura e il mito di Anita.

Le prossime tappe del progetto prevedono nel 2018-2019 la messa a dimora della rosa “Anita Garibaldi” con relativa targa nei parchi e giardini nei Comuni della Trafila, al Gianicolo (Roma), luogo di sepoltura dell’eroina, e nei parchi e nei giardini dei Comuni d’Italia promotori del progetto, tra i quali Poggio Torriana.

Cerca

 

Comune di Poggio Torriana

Sede Poggio Berni (legale): via Roma, 25 loc. Poggio Berni - 47824 Poggio Torriana - tel. 0541/629.701 fax 0541/688.098

Sede Torriana: via Roma, 19 loc. Torriana - 47824 Poggio Torriana 0541/629.701 fax 0541/688.098
PIva/Cod.fiscale 04110220409 - E-mail: urp@comune.poggiotorriana.rn.it - Posta Elettronica Certificata: comune.poggiotorriana@legalmail.it 

Web designMade Network