Seleziona un Ente:

Benvenuti nella rete civica dell'Unione di Comuni Valmarecchia

 

Centro sociale, ultimi tre appuntamenti della stagione invernale della rassegna Mentre vivevo versione stampabile

Sezione: Comunicati stampa -

Descrizione:

Centro sociale

ultimi tre appuntamenti della rassegna Mentre vivevo

 

Ultimi tre appuntamenti in cartellone per la rassegna Mentre vivevo:

 

si parte venerdì 8 dicembre alle ore 15 con la proiezione del film per bambini e famiglie "Il piccolo principe" ad inaugurare il Presepe di Pane.

 

Un vecchio ed eccentrico aviatore e la sua nuova vicina di casa: una bambina molto matura trasferitasi nel quartiere insieme alla madre. Attraverso le pagine del diario dell'aviatore e i suoi disegni, la bambina scopre come molto tempo prima l'aviatore fosse precipitato in un deserto e avesse incontrato il Piccolo Principe, un enigmatico ragazzino giunto da un altro pianeta. Le esperienze dell'aviatore e il racconto dei viaggi del Piccolo Principe in altri mondi contribuiscono a creare un legame tra l'aviatore e la bambina. Affronteranno insieme una straordinaria avventura, alla fine della quale la bambina avrà imparato ad usare la sua immaginazione e a ritrovare la sua infanzia.
Ingresso libero

A seguire faccolata fino al Mulino, dove sarà inaugurato il Presepe di Pane.

 

La sera di venerdì 8, alle ore 21, spettacolo di teatro-canzone con la Compagnia Scena verticale e Va pensiero che io ancora ti copro le spalle, Atto unico in 6 quadri e canzoni.

 

Un omino entra in scena raccontando i propri fallimenti. Senza volerlo, parlando e cantando, con le sue cronache così profondamente e tragicamente comiche, inventa una morale, che evidenzia bisogni e desideri di una società oramai in mutande e oltretutto sporche.

Parla con ironia del mondo di cui fa parte, del quale non è protagonista ma semplice figurante. Racconta di un paese fondato sul reality; di individui che hanno rapporti virtuali, avatar superiori a loro stessi che li rappresentano non solo nel mondo online ma anche nella vita reale; di uomini e donne che esprimono al meglio le loro emozioni solo con le faccine nei messaggi su WhatsApp.

Insomma verrebbe da dire: Che confusione! Ma vi prego, rispondeteci in coro: Sarà perché ti amo!

Va pensiero che io ti copro le spalle, fortunato progetto musicale di Giuseppe Vincenzi, rinasce oggi remixato grazie alla complicità di Dario De Luca, per consolidare, innanzitutto, un sodalizio artistico che si è manifestato al pubblico con lo spettacolo Morir sì giovane e in andropausa, ma anche per segnare il primo movimento, una sorta di prequel, di un progetto più vasto che vede i due impegnati nel rinnovamento del genere teatro-canzone. Almeno nelle intenzioni.

 

Domenica 10 alle ore 17.30 sarà la volta del poeta parlante romagnolo Roberto Mercadini e del suo spettacolo "Little boy. Storia incredibile e vera della bomba atomica".

 

"Little boy", alla lettera "ragazzino": questo è il nome in codice della bomba atomica sganciata su Hiroshima il 6 agosto del 1945. Con un sarcasmo atroce, si è dato un nomignolo affettuoso all'ordigno che provocherà la più grande strage di tutti i tempi: 160.000 vittime.
Questa storia è tutta così, dall'inizio alla fine: cioè dai primi risultati della fisica quantistica all'esplosione.
Così, ossia piena di estremi che si toccano: piena di ironia e di orrore, di calcoli perfetti e di casualità assurde, genio e idiozia, domande che hanno troppe risposte o che non ne hanno nessuna.

Ed è piena anche di "little boys", di "ragazzini": Niels Bohr che, ancora studente, sbalordisce il suo insegnante di fisica con una risposta apparentemente sconclusionata; Werner Heisenberg che a soli 21 anni sarà già collaboratore di Bohr e che vincerà il premio Nobel a 31; Enrico Fermi che a 14 anni darà già segno di una intelligenza quasi inquietante divorando un libro apparentemente illeggibile, un testo di fisica del 1800, scritto in latino e lungo 900 pagine.

A questi due ultimi appuntamenti seguirà buffet
ingresso € 8

un progetto di
quotidiana.com | La Mulnela con il sostegno di Comune di Poggio Torriana
Regione Emilia Romagna – Progetto “Arti per il contemporaneo, arti per il territorio”

Info e prenotazioni
347.9353371
quotidiana@alice.it

Dal 2016 la rassegna Mentre Vivevo è parte del raggruppamento denominato “Arti del Contemporaneo | Arti del territorio”,  una rete territoriale fra i comuni di Poggio Torriana, Santarcangelo di Romagna, Verucchio e Bellaria Igea Marina, al fine di comporre un’offerta culturale capace di produrre un percorso integrato delle Arti Contemporanee.

Cerca

 

Comune di Poggio Torriana

Sede Poggio Berni (legale): via Roma, 25 loc. Poggio Berni - 47824 Poggio Torriana - tel. 0541/629.701 fax 0541/688.098

Sede Torriana: via Roma, 19 loc. Torriana - 47824 Poggio Torriana 0541/629.701 fax 0541/688.098
PIva/Cod.fiscale 04110220409 - E-mail: urp@comune.poggiotorriana.rn.it - Posta Elettronica Certificata: comune.poggiotorriana@legalmail.it 

Web designMade Network