Seleziona un Ente:

Benvenuti nella rete civica dell'Unione di Comuni Valmarecchia

Rassegna Mentre Vivevo | Gennaio-Aprile 2018versione stampabile

Dal 14/01/2018 al 08/04/2018

Sede: Sala Teatro Centro Sociale Polivalente

Indirizzo: via Macello, 6

Info: 347.9353371

Email: quotidiana@alice.it

 

MENTRE VIVEVO

Gennaio - Aprile 2018

Sala Teatro Centro Sociale Poggio Torriana | via Macello, 6

 

 

locandina mentre vivevoL’immagine di Mentre Vivevo 2018 rappresenta un atteggiamento che di frequente rileviamo anche in noi esseri umani: uno struzzo che nasconde la testa sotto la sabbia.
La sollecitazione a margine è “preferisco guardare”.

 

In realtà quella dello struzzo è pura strategia. Quando sente approssimarsi una minaccia, si accovaccia per terra, appiattendo sul terreno collo e testa, così che da lontano il corpo finisce per assomigliare a un cespuglio anziché a una preda appetitosa. E qualcuno, notando questo comportamento, ha immaginato che l'animale africano nascondesse effettivamente la testa sotto la sabbia.

Negarci lo sguardo sul reale sembra poterci preservare da spiacevoli verità, ma in sostanza ci preclude anche la scoperta di nuove possibilità, ci priva di spirito critico, di consapevolezza, opprime la creatività che è l’unica risorsa per superare con positività i cambiamenti che non possiamo arrestare.

 

Su questa traccia si sviluppa il programma di questa prima parte della rassegna, accogliendo artisti che attraverso un personale linguaggio si soffermano sulle incrinature meno visibili del nostro reale; osservano, interpretano, ci ritornano attraverso la forma dell’ironia, della comicità o di una spietata ovvietà le contraddizioni e il disorientamento di un’epoca, ma anche la risorsa che abbiamo sotto gli occhi e a cui da troppo tempo dimentichiamo di attingere: l’essere umanità.

 

 

CALENDARIO APPUNTAMENTI

 

 

Domenica 14 gennaio 17h30  Teatro

Gianni Bardi

UOMO SENZA GLUTINE

Monologhi fatti con il cuore al 51%

di e con Gianni Bardi.

Sguardi fuori fuoco sul quotidiano che rivelano il lato buffo, grottesco e surreale ( e anche un filino amaro) delle cose di tutti i giorni.
Però senza ansie. Cioè, tranquilli, è una roba da ridere.

 

Bardi - comicoGianni Bardi, 44 anni. Attore. Comico. Comincia l’esperienza del teatro negli anni dell'università all'interno dei laboratori di Istituzioni di Regia del DAMS. Nel 1995 è uno dei fondatori dei Le Barnos, gruppo di cabaret e teatro comico col quale approda nel 2007 a Zelig Off poi  a 11 puntate di Zelig Arcimboldi, in prima serata.  Dal 2014, desideroso di mettersi alla prova, si cimenta col monologo umoristico.

 

 

domenica 21 gennaio 17h30 

Giornata Nazionale del dialetto

Un progetto del Comune di Poggio Torriana

 

Interventi di Annalisa  Annalisa Teodorani e Gilberto Bugli che presenteranno le loro ultime pubblicazioni, rispettivamente “Dei luoghi la natura: guida poetica del Comune di Poggio Torriana” e “Straz”. 

A seguire interventi di poeti e appassionati lettori.

Interventi musicali del fisarmonicista Ivan Barbari.

Conduce Tiziano Corbelli.

A seguire “E’ mangè in dialèt”, degustazione cibi romagnoli.

Ingresso libero

 

 

domenica 28 gennaio 2018  17h30 per la Giornata della memoria

Proiezione del Film
MIRACOLO A SANT’ANNA ( di Spike Lee, USA 2008)

ispirato all'Eccidio di Sant'Anna di Stazzema, un episodio della seconda guerra mondiale in Italia.

 

Toscana 1944. Quattro soldati neri americani della 92^ Divisione "Buffalo Soldiers" dell'esercito americano (la quale è interamente composta da militari di colore) vengono isolati dai commilitoni e si ritrovano in un paesino degli Appennini dopo che uno di loro, Train, ha rischiato di morire per salvare Angelo, un bambino italiano. Costretti in quello spazio limitato, con i tedeschi in arrivo e i superiori incapaci di comprendere le dinamiche della situazione i quattro entrano in contatto con la vita degli abitanti del paese e con la guerra partigiana.

Hanno però ricevuto un ordine preciso: catturare un soldato tedesco.
Chi si attiva per raggiungerli vuole che questo risultato sia conseguito a tutti i costi.

Ingresso libero

 

 

domenica 11 febbraio 17h30  Teatro 

Compagnia mo-wan

MODIGLIANI IL MONOLOGO

drammaturgia Alessandro Brucioni / Michele Crestacci
con Michele Crestacci regia Alessandro Brucioni
produzione Mo-wan teatro – Centro Artistico Il Grattacielo
con il sostegno di Armunia Festival Costa degli Etruschi

 

Testo vincitore Premio Nino De Reliquis per il Teatro, la Danza e le Arti Performative 2009

 

Modigliani è il prima capitolo di una trilogia di monologhi sui personaggi celebri di Livorno. 
Amate Modigliani? Amate i suoi ritratti e i suoi nudi? Amate la sua pittura aristocratica e sensuale? Una delle più inconfondibili della storia dell’arte e del novecento? Amate la sua timidezza e la sua eleganza? Chi era Amedeo Modigliani? Un maudit, un genio della sregolatezza che si è bruciato nella Parigi viziosa di Montmartre e Montparnasse?                                                                             

Un uomo introverso, in forzato esilio, sempre scontento di se stesso e della sua arte? Un uomo della Provincia che ebbe la forza e il coraggio di essere fedele ai suoi più profondi e intensi bisogni e che conobbe e visse con i più importanti artisti del ventesimo secolo?

Lo spettacolo racconta, con uno stile comico, la storia e le passioni di Modigliani e ricostruisce un intenso e onirico ritratto dell’uomo, del pittore, del padre. Modigliani, in una irriverente, stralunata e comica spola tra Livorno e Parigi, tra il passato e il presente, è uno sguardo amaro sulla Provincia che non riconobbe il suo genio. Una Provincia solare e bella, drammaticamente conservatrice, ostile al rinnovamento e irragionevolmente orgogliosa delle proprie debolezze. Una Provincia che attraverso la storia di Modigliani si racconta e racconta un uomo timido, la sua ironia, la sua generosità, il suo esilio.

 

Mo-wan teatro è un collettivo teatrale con sede a Livorno che coniuga teatro di prosa e narrazione con linguaggi più esplicitamente contemporanei di teatro fisico e visivo e danza.

Sostiene la creazione di CAUSA SUI di e con Claudia Caldarano (produzione Cango/Centro di produzione sui linguaggi del corpo e della danza e ospite del Festival UMANO 2015).

 

 

domenica 25 febbraio 17h30  Teatro 

Compagnia Scenari Visibili

 IL TERRAZZO DI PEREC

(ovvero come i poeti sovversivi calabresi raggiunsero l'America)

di e con Valeria D'Agostino, Dario Natale e Domenico D'agostino.

consulenza drammaturgica Luca Vittorino

accompagnamento alla realizzazione Piccola compagnia Dammacco.

 

Il Terrazzo di Perec è un esercizio di prospettiva, di osservazione.

Dopo anni di escursioni e assaporamenti di quella particolare landa d'Italia che è l'area grecanica calabrese, ci siamo resi conto che da lì volevamo partire per guardare oltre questo presente.
Ci siamo allora affacciati da un terrazzo.

La storia parte da lì, da tre amici diversi per nature ed età che decidono, senza saperlo, di cambiarsi, di cambiare, approfittando della bellezza riarsa del fiume di pietre che hanno davanti, di fiumare un tempo navigabili, di paesi fantasma, tra pastori mafiosi e teschi di vacche sacre.
Si lasciano guidare dal vento e da un'olmo, apparentemente impassibile, per iniziare una graduale metamorfosi che li porterà, tra sogni da realizzare e paure inconfessate, a compiere un viaggio da fermi, dentro sé stessi.

 

Scenari Visibili nasce sul finire degli anni ottanta con il Cafè Bagarre, primo centro sociale per le Arti in Calabria, divenuto poi HartaMotus ed ExHarta. Compagnia di teatro impagina la rassegna RICRII, premio danzaedanza 2010, per la diffusione della Giovane Danza d’Autore, Residenza Teatrale Ligeia riconosciuta dalla Regione Calabria dal 2012.

 

SPETTACOLO RINVIATO CAUSA MALTEMPO A DATA DA DEFINIRSI

Domenica  4 marzo 17h30 Teatro

Jacopo Morandi

TURISTI DELLO SPIRITO
Come vagare da una religione all’altra attratti…

 

Turisti dello spiritoQuesto è il racconto di un uomo, del suo viaggio in tutte le religioni possibili che culmina nell'islamismo, a cui prima si avvicina poi aderisce alla parte più bigotta, certamente meno pericolosa di quella legata al terrorismo, ma pericolosa per l'individuo stesso e i suoi cari.

Questo racconto termina in una crisi, un drastico cambiamento, una scelta che lo porterà ad abbadonare con codardia e senza spiegazioni le due persone che avevano trascorso una considerevole parte della vita con lui.

La cecità davanti a ciò che il giorno prima era una serena e sana quotidianità, spinge l'individuo a chiudersi in una gabbia fatta di illusione, finta felicità e vera e propria follia.

 

Jacopo Morandi, torinese, dopo l’esperienza a soli 5 anni nella Medea di Franco Branciaroli, sperimenta alcuni linguaggi delle arti visive,  tra cui il fumetto, e si riavvicina al teatro con questo testo di sconcertante contemporaneità.

 

 

Domenica 18 marzo Giornata della legalità Proiezione film

TANO DA MORIRE (di Roberta Torre, Italia 1997)

 

Primo lungometraggio della regista dopo alcuni cortometraggi molto apprezzati in diversi festival.

La leggenda di Tano Guarrasi, mafioso di Palermo, ucciso dai corleonesi nel 1988.

In chiave grottesca si suppone che Tano abbia deciso di impedire, dall'aldilà, il matrimonio della sorella

Franca. Da qui una serie di gags che rimandano a Tati e a Waters, ma senza esserne una copia. Nel film sono inserite canzoni di Nino D'Angelo in stile musical. Divertente satira che riesce a mescolare un argomento mafioso, abusato da televisione e cinema, in una chiave originale. La fotografia è di Ciprì. Apprezzato dal pubblico.

Ingresso libero

 

 

Domenica 25 marzo  17h30 Teatro
Gli Scarti|Enrico Casale
FAUSTBUCH

regia e drammaturgia Enrico Casale
in scena Enrico Casale, Andrea Burgalassi, Michael Decillis, Ivano Cellaro
scene Alessandro Ratti
tecnico Margherita Roccabruna
produzione Gli Scarti
_
Menzione speciale e Premio della giuria ombra
Premio Scenario 2017 Santarcangelo Festival sezione Ustica

 

FaustBuch è frutto di un percorso artistico che coinvolge attori con disabilità, creato e realizzato al Centro Dialma Ruggiero della Spezia e al Teatro Quartieri di Bagnone.

Il successo. Cosa siamo disposti a fare per ottenerlo? In un’epoca dove il talento è mercificato o la sua totale assenza viene spesso esaltata dall’audience mediatica come in moderni freak show, vogliamo condurre un’indagine intorno a questo tema. Il nostro Faust contemporaneo vuole diventare l’uomo più famoso del mondo. C’è un problema: è un mediocre. Vendersi è l’unico modo per riuscire. Ma vendersi a chi? Esiste ancora il diavolo? Se esiste, che forma assume oggi?

Dov’è l’inferno? L’ambiente scenografico è la materializzazione delle ossessioni di Fausto, il protagonista del racconto. Le sue paure, le sue fantasie di successo, le sue visioni. Il progetto nasce dalla volontà di intraprendere un percorso teatrale professionale con persone disabili.

 

L’Associazione Culture “Gli Scarti” è un’impresa culturale con sede a La Spezia impegnata nella produzione di spettacoli teatrali e musicali la formazione teatrale delle giovani generazioni e delle fasce più deboli (persone con disabilità, anziani), l’organizzazione di eventi e rassegne (stagione di teatro contemporaneo “Fuori Luogo)”.

 

 

Domenica 8 aprile  17h30  Teatro

Roberto Mercadini

SOGGHIGNI

Antologia cabarettistica 


Uno stand-up che riunisce tutte le incursioni più "cabarettistiche" dal repertorio di Roberto Mercadini. Schegge impazzite di comicità. Bagliori estravaganti di umorismo.
Pezzi autobiografici e non. Poetici e non.
Contraddizioni, storture, cortocircuiti, assurdità davanti agli occhi di chiunque.
Ogni giorno.

Si potrebbe pensare ad uno spettacolo più lieve e disimpegnato del solito.
Tuttavia vi troviamo, forse, la vena più polemica dell'autore, la sua nota più spietata.

 

Roberto Mercadin, cesenate, con oltre 150 date all’anno, porta in giro per la Romagna e per il resto d’Italia i suoi spettacoli di narrazione e i suoi monologhi poetici. Su temi che spaziano dalla Bibbia ebraica all’origine della filosofia, dall’evoluzionismo alla felicità.

 

 

____________________________________________________________

A ogni appuntamento seguirà buffet 

Ingresso (dove non indicato) € 8

 

un progetto di

quotidiana.com | La Mulnela

con il sostegno di

Comune di Poggio Torriana

Regione Emilia Romagna – Progetto “Arti per il contemporaneo, arti per il territorio”

 

Info e prenotazioni

347.9353371

quotidiana@alice.it

 

Scarica la locandina

Cerca

 

Comune di Poggio Torriana

Sede Poggio Berni (legale): via Roma, 25 loc. Poggio Berni - 47824 Poggio Torriana - tel. 0541/629.701 fax 0541/688.098

Sede Torriana: via Roma, 19 loc. Torriana - 47824 Poggio Torriana 0541/629.701 fax 0541/688.098
PIva/Cod.fiscale 04110220409 - E-mail: urp@comune.poggiotorriana.rn.it - Posta Elettronica Certificata: comune.poggiotorriana@legalmail.it 

Web designMade Network